Osanna: il santuario di San Casciano svela "uno dei contesti di bronzi più importanti del Mediterraneo"

Il direttore generale dei musei del Ministero della Cultura, Massimo Osanna, spiega, dal laboratorio della soprintendenza dove sono state portati i reperti rinvenuti al Santuario Ritrovato di San Casciano dei Bagni, perchè questa scoperta rivoluziona gli studi sul passaggio storico tra etruschi e romani. "Siamo tra il II e il I secolo A.C, sono decenni in cui si consuma la fine della tradizione etrusca e si va verso la globalizzazione romana. E' interessante che alcune statue ancora usino l'etrusco, altre già il latino. Ci fa capire proprio questa società bilingue come si stesse aprendo ormai verso un Mediterraneo che diventava progressivamente romano".

di Giulio Schoen

Gli altri video di Cronaca