Vaccinazioni basse nell'Asolano? "Non va bene, troppa diffidenza e ignoranza"

"Penso che sia un diritto e anche un dovere vaccinarsi» spiega Santo Cinello, in attesa del richiamo «soprattutto per recuperare un po’ di vita e relazioni umane». Nel territorio comunale di Asolo però la copertura si ferma al 47,1%. «Così non va bene» commenta Cinello. «Chi non si presenta» ammonisce Carlo Pulin «prende la situazione con eccessiva leggerezza. La diffidenza verso il vaccino crea problemi e forse c’è una dose importante anche di ignoranza». Intervista Matteo Marcon, video Macca

Gli altri video di Coronavirus in Veneto