M come Manuel, il mondo del nuoto unito per Bortuzzo

La solidarietà a Manuel Bortuzzo ha “contagiato” le piscine di tutta Italia. Dalla pallanuoto ai tuffi, passando per il nuoto sincronizzato. Con una ‘M’ disegnata sul braccio atleti di tutte le età e società sportive hanno voluto manifestare il proprio affetto al giovane nuotatore trevigiano che nella notte tra sabato 2 e domenica 3 febbraio è stato colpito alla schiena da colpi di pistola, nel quartiere Axa, periferia sud della Capitale. I responsabili dell’agguato a Manuel si sono costituiti e sono ora in carcere, ma per la 19enne promessa del nuoto italiano inizia un periodo molto duro: ha perso l’uso delle gambe. Manuel, dall’ospedale San Camillo, ha comunque trovato la forza per ringraziare tutti coloro che hanno dimostrato vicinanza a lui e alla sua famiglia. (Video a cura di Martina Tartaglino)

Leggi
Manuel Bortuzzo: "Ora mi ispiro a Bebe, dei miei aggressori non mi interessa nulla"

Gli altri video di Manuel Bortuzzo