Il cerbiatto ha sete, ma per bere finisce nei guai

La siccità spinge la fauna selvatica a cercare l'acqua nei paesi e nelle zone abitate, dove rischiano la vita. Al piccolo di capriolo che a Capua, in provincia di Caserta, si è avventurato in paese per bere ed è poi rimasto incastrato in una recinzione alla fine è andata bene. I cittadini lo hanno visto e hanno chiamato i Carabinieri Forestali del locale Comando Stazione di Caserta che, insieme al servizio veterinario, lo hanno liberato. Dopo che un carabiniere lo ha assistito dandogli da bere e tenendogli la testa perché non si facesse male nelle operazioni per tagliare le sbarre, il cerbiatto è stato affidato alla struttura veterinaria dell'Asl territoriale, che appena possibile lo libererà di nuovo nel bosco di San Vito del Monte Tifata. A cura di Cristina Nadotti

Gli altri video di Biodiversità