Il sopralluogo del Ris a Cison, nella casa del duplice delitto

CISON. L'obiettivo dell'aggressione alla coppia di anziani, uccisi il primo marzo a Cison di Valmarino (Treviso) era con tutta probabilità la morte del marito, Loris Nicolasi. Di questo si è detto convinto Alberto Furlanetto, l'anatomopatologo che oggi ha condotto a Treviso l'autopsia sui corpi di Nicolasi e della moglie, Anna Maria Niola, uccisi a colpi di coltello nel giardino della loro abitazione.Secondo lo specialista, la quantità di fendenti che hanno raggiunto l'uomo, quasi tutti con molta violenza di cui uno mortale, al collo, hanno richiesto all'aggressore un tempo piuttosto lungo e dunque non compatibile con la dinamica di una rapina degenerata, in cui il responsabile avesse dovuto allontanarsi il prima possibile dal luogo del reato dopo aver rapidamente messo la vittima nella condizione di non nuocere. L'ARTICOLO (VIDEO MACCA)

Gli altri video di Cronaca locale