Le stanze di Canova, il concorso fotografico fa il pieno di adesioni: ecco il backstage

«Grazie davvero, bellissima esperienza»: così i quasi trenta fotoamatori che questa mattina, suddivisi in due gruppi, hanno partecipato al contest fotografico “Le stanze di Canova” organizzato dalla tribuna con i Musei Civici Trevigiani. A fare gli onori di casa, al Museo Bailo che ospita la mostra «Canova Gloria Trevigjana» è stato il direttore Fabrizio Malachin, che assieme al condirettore della tribuna Paolo Cagnan ha guidato i partecipanti alla scoperta fotografica del rapporto tra questa apprezzata mostra e l’altrettanto apprezzato suo contenitore. Questa era l’essenza del contest, raccontare il rapporto tra il Bailo e l’esposizione aperta sino al 25 settembre. I partecipanti hanno avuto quasi un’ora e mezza per aggirarsi tra le sale e cercare lo scatto migliore: luce, prospettiva, angolatura, grado di originalità dello sguardo. Una prima selezione dei loro scatti, selezionata dai fotografi stessi, sarò portata all’attenzione di una piccola giuria che sceglierà un campione di foto che costituiranno una mostra nella mostra, allestita sempre al Bailo con la possibilità per i visitatori di votare e decretare quindi, nel corso dell’estate, l’immagine più iconica.

Gli altri video di Cronaca locale