Pieve, l'addio a Elisa uccisa sul Piave. Il sindaco: "Responsabili per ciò che non ha funzionato"

PIEVE DI SOLIGO . E' il giorno del silenzio a Pieve di Soligo. Solo le campane e le preghiere ad accompagnare nel caldo pomeriggio del 6 luglio, 13 giorni dopo la tragedia, Elisa Campeol, uccisa sul greto del Piave mentre prendeva il sole. A interpretare fuori dalla chiesa il dolore di tutti è il sindaco Stefano Soldan: "Un vuoto immenso per tutta la comunità. siamo responsabili e dobbiamo capire ciò che non ha funzionato, ciò che poteva evitare questa tragedia". In chiesa anche il governatore Luca Zaia e il prefetto Laganà. (Video Mescolotto) 

LEGGI L'ARTICOLO

Gli altri video di Cronaca locale