Salvini a Viareggio, la contestazione del maestro Veronesi: "Vergogna, non si scherza con l'antifascismo. Noi siamo una città civile"

"Vergogna, non si scherza con l'antifascismo. Noi siamo una città civile". È quanto ha gridato Alberto Veronesi, direttore musicale del Festival Pucciniano di Torre del Lago e ora candidato col Pd alle regionali. La contestazione, prima che iniziasse il comizio tenuto da Matteo Salvini a Viareggio (Lucca) insieme alla candidata del centrodestra alla presidenza della Toscana Susanna Ceccardi. "Certo se il direttore di uno dei principali festival musicali è quello che viene come una matto qua a gridare la domenica mattina a gente che non la pensa come lui qua c'è da cambiare tante cose", ha commentato poi Salvini dal palco.

 

Gli altri video di Politica