Cannes, Haider Rashid: "L'odissea di Kamal, fuggito dall'Iraq per venire in Europa"

Il toscano Haider Rashid, regista immigrato di seconda generazione, porta alla Quinzaine 'Europa', film sull’Odissea di Kamal, fuggito dall’Iraq per entrare nel Vecchio Continente. L’idea è nata dopo 'No Borders', il corto documentario realizzato con la realtà virtuale nel 2016 sui centri autogestiti di Roma e Ventimiglia. Stavolta l’esperienza immersiva è l’empatia dello spettatore verso il protagonista Kamal (Adam Ali), che al confine turco-bulgaro lotta per la sopravvivente nella foresta bracciato dai feroci mercenari locali. "Kamal incarna la storia quotidiana di migliaia di donne e uomini lungo i confini europei - dice il regista - la Bulgaria è anche il Paese dove arrivò mio padre dall’Iraq, nel ‘78: il suo viaggio è stato diverso, ma ha reso più forte la mia motivazione". Per Haider Rashid l’essere figlio di due culture è un arricchimento "che allarga la prospettiva e consente di portare in Europa la voce degli ultimi".
 
Intervista di Arianna Finos
Video di Rocco Giurato

Gli altri video di Spettacoli