Matteo, 14 anni, prodigio del piano: "Il mio sogno? Suonare Rachmaninov a Totti"

"Mi emoziona tanto vedere le persone che ascoltando la mia musica provano delle sensazioni forti" queste le parole di Matteo Pomposelli, romano, quattordici anni, pianista da quando ne aveva sette, a margine di una sua esibizione ieri sera al Teatro Flaiano che lo ha visto protagonista di un Recital per pianoforte. Matteo vive a Quarto Miglio, quartiere sull'Appia Nuova insieme alla sua famiglia. Ha già vinto una decina di premi internazionali e a 12 anni si è esibito alla Carnegie Hall di New York. E’ un ragazzo come tutti, ma invece di ascoltare musica rock e giocare a calcetto o con la Playstation suona il pianoforte. Oltre la sua ragazza, ha un'altra grande passione: la Roma e il Capitano. "Penso che Totti sia un grande professionista. Mi piacerebbe moltissimo averlo come ospite ad un mio concerto, gli suonerei Rachmaninov”.

Gli altri video di Spettacoli