Foggia, la gioia di Francesca per i primi passi con l'esoscheletro bionico con cui può tornare a camminare

La gioia di poter stare nuovamente in piedi sulle proprie gambe. Primi passi un po’ incerti ma sicuramente carichi di emozione per Francesca, 33 anni di Bovino (Foggia), una giovane paziente della Struttura complessa di Medicina fisica e riabilitativa del Policlinico Riuniti di Foggia. Ora Francesca ha potuto indossare dell’esoscheletro bionico Esko, un’apparecchiatura unica che le ha permesso di stare in posizione eretta. La giovane donna, vittima nel settembre 2020 di un incidente stradale, è seguita dall’équipe dei fisiatri della Struttura diretta dal professor Andrea Santamato. Sei lunghi mesi in ospedale, e ora tutti i giorni percorre la strada che dal piccolo paese dei Monti Dauni la porta al Policlinico. Lunedì 27 settembre è stata aiutata da una parte dell'equipe impegnata in una giornata di formazione tipo: tutti gli operatori hanno seguito le indicazioni del personale già preparato per permettere ai pazienti di camminare in totale sicurezza e sfruttare al meglio le potenzialità di questi macchinari ipertecnologici. L’apparecchiatura consente alle persone con deficit motori agli arti inferiori di raggiungere la postura eretta e di deambulare
 
di Tatiana Bellizzi

Gli altri video di Tecnologia